Ti trovi in:

Home » Territorio » Il paese di Pellizzano » Pellizzano in breve

Menu di navigazione

Territorio

Pellizzano in breve

di Lunedì, 04 Marzo 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 22 Maggio 2014
Immagine decorativa

La Val di Sole, bagnata dal corso superiore del torrente Noce, inizia al ponte di Mostizzolo, ove termina la Val di Non, e si distende da qui verso ovest, insinuandosi fra le propaggini settentrionali dei gruppi di Brenta e della Presanella e quelle meridionali del gruppo del Cevedale, fino al Passo del Tonale, ove inizia la Val Camonica.

Nel fondovalle della parte alta, in una pittoresca spianata, è posto Pellizzano, capoluogo del comune omonimo, mentre sul versante nord della vallata, in posizione dominante e solatia, sono poste le due frazioni di Termenago e Castello, piccoli centri affascinanti, oggetto di osservazione da parte dei turisti che in basso transitano sulla strada statale, con bel panorama su tutta la valle e sulle contrapposte stazioni turistiche di Marilleva e Folgàrida.
Soprattutto dopo la seconda guerra mondiale Pellizzano si è notevolmente sviluppato e si sono create infrastrutture turistiche di richiamo. È stata inoltre costruita la nuova Casa di Riposo per gli anziani dell'alta valle, il nuovo edificio che ospita la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e l’asilo nido, nuovi alberghi e pensioni, ma soprattutto sono stati costruiti numerosi nuovi appartamenti e ristrutturati quelli vecchi, per il soggiorno dei turisti. Una nuova strada asfaltata porta al Lago dei Caprioli nella conca di Fazzòn, fra prati e selve di abeti e di larici.
Anche i dintorni del capoluogo e delle due frazioni ben si prestano alle più varie esigenze dei turisti: grandi boschi di conifere, attraenti cime boscose o dentellate di rocce, come quelle di Artuìk e Baselga, il Passo di Val Gelada, che porta ai vari laghetti alpini e a quello di Nambino sul versante di Madonna di Campiglio, oltre a passeggiate assai comode fra i prati del fondovalle verso i paesi vicini.

Immagine decorativa

Un maneggio offre inoltre la possibilità di scorrazzare a cavallo fra splendidi percorsi panoramici.
Anche per lo sport invernale Pellizzano vanta delle ottime piste di fondo e dei suggestivi luoghi ideali per lo sci-alpinismo in alta quota, oltre a due trampolini di salto speciale, sui quali ha luogo ogni anno una competizione a carattere nazionale.
Un altro sport moderno, che richiama in zona molti appassionati della specialità soprattutto del Triveneto, i quali trovano qui le condizioni ideali, è quello del parapendio: i grandi teli colorati che, partendo dalla montagna di Ortisè, volteggiando nell’aria planano nei prati circostanti di Pellizzano, sono uno spettacolo attraente.
Anche l'aeromodellismo ha nel paese i suoi cultori, che organizzano annualmente interessanti manifestazioni.
Per gli amanti dell'arte inoltre, la chiesa parrocchiale, rinomato santuario della Madonna delle Grazie, risalente al XV secolo, costituisce un'interessante attrattiva sia per lo stile architettonico, come per i numerosi affreschi del protiro e quelli dell’interno, recentemente venuti alla luce, opera di artisti lombardi del '400 e '500.
(tratto da “Guida Turistica Pellizzano in Val di Sole” autore Cova Silvio casa editrice “La Grafica Mori” - Foto di Vegher Stefano)

Dati Comune di Pellizzano:

Posizione geografica: Italia Nord-orientale.
Regione: Trentino-Alto Adige 
Provincia: Autonoma Di Trento 
Coordinate:  46° 19’ 0’’ N 10° 45’ 0’’ E
Superficie: 40 Kmq
Popolazione Residente: 776 (M 384 F 392) 
Numero Famiglie: 362 
Numero Abitazioni: 964
Densità 19,9 Ab./ Kmq
Frazioni: Pellizzano, Termenago, Castello
Località: Fazzon (Pellizzano), Claiano (Termenago), Stavel (Castello)
Comuni Contigui: Mezzana, Ossana, Pejo, Pinzolo, Rabbi, Vermiglio
Codice Istat: 022137
Codice Comune Catastale: 270 Pellizzano – 386 Termenago I – 387 Termenago II – 81 Castello
Denominazione Abitanti: Pellizzanesi

Posizione GPS